Atsushi Fukui

Microsoft Azure
Giappone
Le attività della community del "Sig. Atsushi Fukui" (MVP per Microsoft Azure) sono iniziate nella seconda metà degli anni '90 con una community in Giappone, denominata "NT Committee 2". Nel 1990, Fukui si è trasferito a Tokyo per lavoro e ha conosciuto Koido di OSK Co., Ltd. In seguito, Fukui ha iniziato ad assistere le attività di XPJUG (eXtreme Programming Japan User Group) dopo essere stato presentato da Koido e questo è stato l'inizio del suo completo coinvolgimento nelle attività della community. Fukui ricorda così questo periodo: "Erano i primi giorni di sviluppo agile in Giappone e ricordo di aver organizzato sessioni di studio sulla programmazione di associazione con Koido. Ho supportato eventi in Giappone, cui hanno partecipato Kent Beck e Martin Fowler. Ho anche organizzato eventi come staff di "XP Matsuri", che si tengono ancora oggi. Spesso ho partecipato a eventi organizzati da altre community come "Oburabu" organizzato da ObjectClub.
 
Inoltre, in qualità di fondatore del "Visual Studio User Group", Fukui continua a partecipare alle sue attività dall'inizio nel 2005 e continua ancora a svolgere attività come membro del comitato direttivo. È stato attivo per molto tempo come membro del comitato sui contenuti del "Developers Summit", un evento importante per gli sviluppatori in Giappone. Attualmente, è focalizzato sulle attività di Visual Studio User Group per cui ha sviluppato attività per le sessioni di studio di Hokuriku.Net e Hero Island, seminari di laboratorio .NET e sessioni di studio Wan Kuma e ha partecipato regolarmente all'XP Matsuri, organizzato annualmente.
 
Ha lavorato come SE di supporto/campo presso un produttore di PC, sviluppatore di una casa di software e SE presso un grande fornitore SI. Dopodiché, ha lavorato come disegnatore presso una SI affiliata straniera. Attualmente conduce una consultazione sulla standardizzazione della progettazione e per gli sviluppatori di aziende degli utenti. Vanta in tutto di 25 anni o più di esperienza nel settore IT.
 
9 anni sono già passati da quando gli è stato riconosciuto il titolo di MVP. Ecco come Fukui racconta questa esperienza:
"Penso che il riconoscimento come MVP abbia avuto un forte impatto sulle attività della mia community. Il mio stato di MVP mi ha consentito di guidare community e di chiedere ad altri MVP di fare altrettanto. Quando mi sono presentato ai nuovi partecipanti delle community, il mio stato di MVP aveva un grande significato".
 
Il Sig.Fukui dice che attualmente si occupa principalmente di attività offline, la maggior parte delle quali sono attività della community.
Ha organizzato sessioni sulle ultime tecnologie due volte all'anno per il Visual Studio User Group durante l'evento VSUG Day. Dice che le sessioni sono occasioni importanti e preziose per comunicare con i partecipanti della community. Ritiene che le conversazioni nei punti di incontro che avvengono dopo gli eventi sono sempre fonte di ispirazione così come i contenuti delle sessioni discussi durante l'XP Matsuri sono di ottima qualità. Tutte queste esperienze devono essere il motivo per cui continua a svolgere attività nella community.
 
Quando gli viene chiesto di ricordare un momento particolare come MVP, risponde MVP Global Summit. Ritiene l'MVP Global Summit un'opportunità preziosa e importante per avere una conversazione diretta con gli MVP di tutto il mondo. Ricorda anche che ogni anno incontra i vecchi amici che continuano ad essere fonte di ispirazione.
 
Infine, il Sig. Fukui ci lascia un messaggio prezioso sull'esistenza della figura MVP.
"Partecipando al Global MVP Summit, possiamo vedere di quanto rispetto godono gli MVP da parte dei dipendenti Microsoft. Ascoltano sempre con interesse le nostre opinioni e veniamo considerati come persone che hanno grande influenza sulle tecnologie Microsoft e sui partner aziendali, perché la nostra è la voce degli utenti finali ma anche dei disegnatori e per questo ha doppia valenza. Gli MVP di altri paesi esprimono liberamente le proprie opinioni come disegnatori. Ogni giorno sono orgogliosi di lavorare come MVP. Finché Microsoft rispetterà gli MVP, sono certo che questi saranno partner importanti per Microsoft. Vorrei dire agli MVP e ai disegnatori che vorrebbero diventare MVP in Giappone di comunicare con Microsoft sempre con professionalità".