Olivier Matis

Visual C#
Belgio
Olivier ha iniziato la sua carriera occupandosi di Java e ASP. Il lancio della piattaforma .NET, nei primi anni del Duemila, ha suscitato in modo particolare il suo interesse. Dopo un periodo iniziale di esperienza a livello amatoriale, ha deciso di avviare una sua propria attività ed è diventato uno specialista freelance di .NET.
"In quel momento, mi occupavo di qualsiasi cosa, ASP.NET, WinForms, Compact Framework. Era il periodo di. NET 1.0, una versione quasi totalmente differente da quella attuale. Pensateci: non c'erano ancora i generics, solo per citare un esempio! Per non parlare di Linq o espressioni lambda. Oggi, è necessario specializzarsi. Web, client Windows, non è possibile essere esperti di ogni settore."
Considerato l'interesse di Oliver per lo sviluppo di Windows orientato al cliente, il 2006 è stato un anno cruciale , poiché è stato rilasciato WPF. Egli ha immediatamente intuito l'enorme potenziale di XAML, il nuovo linguaggio di creazione delle interfacce.
"Per la prima volta, ho capito che potevo creare un'interfaccia utente in completa libertà. Le possibilità offerte sono pressoché illimitate. Tuttavia, è necessario acquisire una ulteriore competenza tecnica, quella del designer".
In seguito, Olivier si è interessato a Silverlight, prima di scoprire Windows Phone e l'interfaccia Modern UI.
"Quando ho assistito alla presentazione del design dell'interfaccia Modern UI di Windows Phone, ne sono rimasto subito colpito. È ordinata e moderna e mi sono immediatamente domandato: dove posso acquistare questo telefono? "
Olivier lavora esclusivamente su progetti in XAML, nel ruolo di architetto / sviluppatore principale. È anche impegnato a divulgare informazioni su Windows Phone, per quanto possibile, cercando di far comprendere agli sviluppatori l'importanza del design e l'utilizzo di Blend. A Olivier è stato inoltre conferito il titolo di Nokia Developer Champion.
Da quel momento, ha monitorato da vicino le operazioni di sviluppo e ha preso parte a tutte le conferenze / / Build  /. "La prima conferenza Build a cui ho partecipato è stata incredibile! In quell'occasione, è stato presentato il nuovo Windows. Inoltre, abbiamo ricevuto in dono un tablet. In quel periodo, non erano ancora disponibili tablet con Windows 8. Pertanto, ero un passo avanti a tutti grazie a quello splendido regalo. "
Il coinvolgimento di Oliver nelle community ha avuto inizio durante un evento TechEd. La partecipazione a un evento così importante gli ha permesso di conoscere vari membri delle community, i quali gli hanno trasmesso la voglia di partecipare. Da molto tempo Oliver desiderava dedicarsi alle community, ma c'era un problema. "Avevo paura di non possedere le stesse conoscenze delle persone che seguivo. Ma ho capito che la cosa essenziale è la condivisione, soltanto la condivisione".  Oliver ritiene che quest'ultima sia necessaria a tutti i livelli e non soltanto attraverso la redazione di complessi articoli tecnici da 20.000 parole. Un articolo rivolto ai principianti è utile tanto quanto una sezione di contenuti tecnici avanzati. È essenziale non avere timore di condividere esperienze, problemi e soluzioni o anche le idee individuali, poiché si troverà sempre qualcuno interessato ad ascoltare. Una community è proprio questo: condivisione di conoscenze.
Dal momento in cui Oliver é stato nominato MVP, il suo modo di lavorare non è cambiato, ma si è evoluto. Continua a scrivere articoli e ad aiutare gli utenti dei forum, ma ora dispone anche di un canale di comunicazione privilegiato con i team Microsoft. "Questo è il vantaggio principale offerto del programma. Disponiamo di un canale di comunicazione con i gruppi di prodotto. Inoltre, tale canale è reciproco. I team ci mostrano i prodotti ai quali stanno lavorando, e noi gli forniamo commenti e suggerimenti". In questo modo, Olivier è in grado di utilizzare i prodotti non appena vengono commercializzati e può aiutare gli utenti delle community.

Olivier ha raggiunto un ulteriore traguardo: organizzare eventi. "L'idea mi è venuta quando ho saputo che i Windows Phone MVP stavano organizzando un evento chiamato WP Week e il Belgio non era compreso. Era necessario intervenire!". Credendo fermamente nel lavoro di squadra, Oliver ha parlato e coinvolto nel suo progetto anche Renaud Dumont e Matthieu Vandenhende, entrambi MVP, e Kévin Rapaille. "Con loro si è subito stabilito un bel rapporto. Abbiamo visioni molto affini".  Dalla loro collaborazione è nato l'evento Mobile Dev Day, che si è svolto il 12 dicembre a Mons (Belgio), riscuotendo molto successo. "Alle sessioni dedicate a Windows Phone hanno preso parte i celebri MVP Rudy Huyn e Samuel Blanchard. Sono intervenuti anche David Catuhe e David Rousset di Microsoft Francia, nonché David Hernie e Jan Tielen di Microsoft Belgio. Con un gruppo di relatori di questo livello, il successo era assicurato". Il team di Mobile Dev Day già pensa al futuro, con il solo obiettivo di migliorare.
Oliver ricorda due momenti speciali della sua esperienza MVP. Il primo, è stato quello in cui ha ricevuto l'annuncio di ammissione al programma MVP. "Ho ballato intorno al PC. Considerando il mio talento per la danza, devo essere sembrato un po' matto". L'altro momento è rappresentato dalla menzione sulla slide dei ringraziamenti di una presentazione svoltasi durante uno degli eventi principali dello scorso MVP Summit. “Nominato su una slide dell'MVP Summit: che momento! È stato un grande piacere. Avevo aiutato il team di Visual Studio in merito a una questione specifica e ho visto che sono stato stimato e apprezzato. Ho avuto idea di cosa vuol dire lavorare in team. Possono sempre contare su di me."