Incontro con il Community Champ Tony Surma
lunedì 23 dicembre 2013
Per anni, quando si verificava un disastro naturale, Tony Surma interrompeva ciò che stava facendo per trovare un modo per aiutare gli altri. Ora fa questo lavoro a tempo pieno in Microsoft.
  • Condividi su Facebook
  • Pubblica un tweet su questa storia
  • Condividi con e-mail
CTO (Chief Technical Officer) di Microsoft’s Disaster Response, Tony Surma possiede notevole esperienza nella formazione di team, nella creazione di soluzioni tecnologiche e nell'assistenza alle vittime dei disastri naturali. In precedenza è stato direttore nazionale degli MTC (Microsoft Technology Centers), dove dieci anni prima lavorava come architetto tecnico presso l'MTC di Chicago. Nel corso degli anni ha fatto parte dei team di primo intervento, dedicando volontariamente il suo tempo e la sua esperienza a fornire soccorsi nei disastri naturali. Attualmente, in qualità di direttore e CTO di Microsoft Disaster Response, ruolo che egli stesso ha contribuito a creare, si occupa con passione ed esperienza di assistenza alle organizzazioni di pronto intervento, ai governi e alle comunità durante le fasi di reazione e collabora allo sviluppo di soluzioni e strategie che consentano a tutti di essere più preparati e più pronti a gestire l'impatto in caso di disastri.

“In Microsoft è molto sentito il senso del 'dare', offrendo con generosità il proprio tempo e la propria esperienza e aiutando le persone in difficoltà”, ha spiegato Tony. “Il nostro team ha il privilegio e la responsabilità di coordinare le attività e fare in modo che tale generosità, assieme alle tecnologie e alle soluzioni Microsoft e dei suoi partner, produca i massimi risultati”.
I contributi della community sono fondamentali per la creazione e la distribuzione di tali soluzioni. Nel corso degli anni Tony ha lavorato a stretto contatto con molti membri della community di MVP, inclusi quelli coinvolti nell'iniziativa Humanitarian Toolbox.
“Sono stato molto colpito dalla generosità degli MVP e dal loro desiderio di offrire il loro tempo e le loro capacità, organizzando hackathon, rimboccandosi le maniche per scrivere codice e facendo circolare le informazioni nella community”, ha affermato Tony. “Sono leader della community stimati e in grado di realizzare gli obiettivi. Capiscono il modo in cui la community desidera impegnarsi e sono in grado di rappresentarla in senso ampio: sanno captare tutti i segnali. Questa profonda comprensione e connessione ci aiuta a dimensionare i nostri sforzi nel modo giusto”.
È possibile ascoltare Tony parlare dell'iniziativa Humanitarian Toolbox in un podcast con l'MVP ASP.Net/IIS Richard Campbell e l'MVP Kinect per Windows Carl Franklin a questo indirizzo. Su questo stesso sito è disponibile anche un video di Tony che illustra il ruolo svolto da tecnologia e community nei soccorsi alle vittime di disastri naturali.
Entra in contatto:
@tonysurma